12733573_1711593762396982_4672705761693522865_n

Effetti dello Yoga Descritti nelle Antiche Upanishad

Ogni praticante di yoga sente di avere dei benefici quando riesce ad esercitarsi con costanza.

Le sensazioni possono essere molto diverse da persona a persona: ognuno parte da un punto diverso ed ha un diverso percorso di consapevolezza, dunque la propria esperienza personale avrà delle caratteristiche peculiari.

In genere, quelle che emergono sono maggiormente delle sensazioni legate ad un ritrovato benessere fisico con un corpo più efficiente ed una salute più robusta, ed un maggiore equilibrio, serenità e lucidità mentale.

Ma lo Yoga è fondamentalmente una via di realizzazione della propria natura più intima ed autentica. Per questo alcune Upanishad, i più importati testi di speculazione filosofica dell’antica India, se ne occupano. In particolare, nella Svetasvatara Upanishad, si menzionano alcuni effetti ben precisi dovuti ad una pratica Yoga costante:

“Quando emergono le essenze (rasa) della terra, dell’acqua, del fuoco, dell’aria e dello spazio, [cioè] quando la quintuplice qualità dello yoga è emersa, non vi sarà più né malattia, né invecchiamento, ne morte per colui il quale ha ottenuto un corpo plasmato col fuoco dello Yoga.

Dicono che la prima manifestazione dello Yoga consista in leggerezza [corporea], salute, assenza di brama, colorito lucente e piacevolezza nella voce, odore gradevole e scarsezza di urine e di escrementi.

Proprio come uno specchio sporco di terra risplende pieno di luce quando è ben pulito, l’essere incarnato, soltanto intuendo quella stessa realtà che è l’atman, diviene unico, perfettamente compiuto e libero dal dolore.”

Svetasvatara Upanishad, secondo adhyaya.

Seguici e Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
Follow by Email
Instagram
Atma VyasaEffetti dello Yoga Descritti nelle Antiche Upanishad

Lascia un commento

3 Comments on "Effetti dello Yoga Descritti nelle Antiche Upanishad"

Notify of
avatar
Sort by:   newest | oldest | most voted
Dhananjay
Guest

Commento di prova

Dhananjay
Guest

commento di prova 3

wpDiscuz